Marzo – Riparte il Prato

La perturbazione fredda proveniente da Est  di metà settimana scorsa, che ha portato acqua e neve fino in pianura, ora è solo un ricordo e finalmente, è tornato a splendere il sole. Le temperature aumentano lentamente e il clima è caratterizzato da escursioni termiche tra notte e giorno. Le minime non scendono sotto lo zero e le massime oscillano tra 13-16 gradi.

Nei giorni scorsi ho potuto fare vari sopralluoghi tra giardini e campi sportivi

Il prato si sta risvegliando!!!

germinazione 9010 (1)Le foto ne sono  la testimonianza ed è ora di mettere mano al prato.

Nella prima foto si vede un seme di Festuca arundinacea in fase di germinazione con l’emissione della prima fogliolina embrionale (Cotiledone). Festuca arundinacea germina a temperature del terreno superiori ai 10 °C ed è inutile dunque, seminare troppo presto.

germinazione 9010 (3)Poco più in là nella aiuola si può invece vedere(nella secondo Foto) una pianta di Festuca arundinacea già in fase di accestimento seppur stentato con a fianco la sua abituale compagna nei miscugli da prato: Poa pratensis. La Poa nasce a temperature più basse della festuca arundinacea, ma avendo un seme piccolo e dormiente, fa più fatica a germinare e si solito lo fa dopo. I semi piccoli generalmente ci mettono più tempo a germinare, perché hanno meno energia germinativa causa minore “riserva alimentare” nel seme. Una volta che è avvenuta la germinazione, nella primissima fase, è il seme che sostenta la pianta fin quando non è in grado di essere autosufficiente, cioè circa 5-10 gg dall’avvenuta germinazione. Se fate caso appena sopra la pianta accestita di Festuca si scorge una plantula rossa!! Ecco le prime infestanti a foglia larga che stanno germinando, anche loro cercheranno di farsi spazio per colonizzare il terreno.

 

Veronica arvensis

Veronica, che produce fiori semplici azzurrini

stellaria-media

Stellaria media, tipica infestante a foglia larga dai fiorellini bianchi

Tarassaco

Dente di Leone. Caratteristica flora spontanea del nord Italia . E’ sinonimo di arrivo della Primavera

Le infestanti che germinano con le temperature del terreno appena al di sopra dei 10°C sono dette “Infestanti autunno-primaverili” tra queste ne ricordiamo alcune  dicotiledoni (comunemente dette FOGLIA LARGA) come il Trifoglio, la Veronica e il Dente di Leone, Mercurialis, Plantago e monocotiledoni, (comunemente dette a FOGLIA STRETTA) come

poa trivialis  (2)

Poa trivialis, in netto contrasto su un prato scuro americano di Festuca arundinacea e Poa pratensis

Poa trivialis, Poa annua, Alopecurus e Phleum. Attenzione particolare per alcune foglie strette fastidiose come  la Poa annua e la Poa trivialis. Loro germinano con terreni freddi e sono molto attive fino ai 20 °C .Poa trivialis è anche rizomatose, dunque tende piano piano a diffondersi degli anni colonizzando il prato. Poa annua, non rizoma ma va a fiore con grande facilità (anche a 5 mm di altezza, rendendo inutile il taglio basso per contrastarla) producendo una quantità elevatissima di seme. Ormai non esiste strada bianca, giardino, campo sportivo, bordo stradale che non è invasivo tra ottobre e aprile di Poa annua. Queste due specie graminacee, spariscono come le temperature si alzano sopra i 20°C, dapprima la trivialis e poi con più fatica anche la Poa annua.

 

 

650_73_IW-A_B10_0812_06

Attrezzatura per togliere le infestanti del prato. Oggi con il divieto dell’uso di fitofarmaci sui prati, torna ad essere uno strumento utile. Foto concessa da MTD Italia

650_71_KS-M_P10_0811_01

Particolare dell’estirpatore. Foto concessa da MTD Italia

650_73_IW-A_P10_0612_01

Altro attrezzo WOLF utile per l’estirpazione delle infestanti da prato. Foto concessa da MTD Italia

Non esistono diserbi per le graminacee infestanti autunno -primaverili , perciò è meglio munirsi di pazienza e di manico , magari come questo 650_71_KS-M_B10_0911_03650_71_KS-M_B10_0911_03

 

 

, , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

EM