Posa del prato pronto FAI DA TE (..attenzione ai dettagli..)

Bancale di rotoli di prato.Pronto per la consegnaBuon anno a Tutti e Buon prato a tutti quanti.

Stiamo per entrare nel 2016 e tra poche settimane qualcuno di voi dovrà costruire un prato nuovo. Per ottenere un prato subito sfruttabile, oltre che avere meno problemi di manutenzione nelle prime settimane, è sicuramente più facile optare per la posa del prato pronto anziché per la semina ex-novo primaverile.

Sempre meglio affidarsi ad un giardiniere specializzato, in grado di eseguire un lavoro a regola d’arte con la massima garanzia, ma nel caso vogliate fare voi, allora dovete seguire un percorso meticoloso per avere meno problemi. Diffidate dai semplicismi.

NON E’ COME STENDERE UN TAPPETO IN SALOTTO!

Con l’anno nuovo affronteremo a puntate (più ravvicinate possibili), la sequenza tecnica che ritengo ideale per eseguire un buon lavoro.

Ecco le fasi per eseguire una posa ottimale di prato pronto

  • Produzione di prato pronto. Chi, Come e Cosa. Situazione in Italia
  • Acquisto del prato pronto. Cosa e Dove e Quando
  • Trasporto a casa. Cosa stare attenti, Come e tempistiche
  • Indagini preliminari. Piccola attrezzatura necessaria
  • Lavorazioni del terreno, drenaggio e irrigazione.
  • Migliorare il fondo tramite ammendanti e “Top-soil”
  • Rifiniture manuali appena prima della posa
  • Cosa fare due minuti prima della posa
  • STESURA DEL PRATO PRONTO. Tecnica di base e malizie
  • Operazioni agronomiche APPENA dopo l’installazione: Irrigazione, taglio, concimazione, trattamenti fitosanitari e prevenzione malerbe. Come, Quanto, Cosa e Perché.
  • Piano biotecnico per risolvere i problemi, nel caso vadano storte un po’ di cose. Ovviamente contro la vostra volontà (Piove!! Governo Ladro)

 

BUON 2016!!!!

, , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

EM